0

Trebbiano D’Abruzzo Dop 2018

Fosso Cancelli

 25,00

La volontà di cimentarsi nella produzione di vini artigianali con le varietà storiche ed autoctone è uno tra i motivi che ci ha spinto a produrre questo Trebbiano. Le uve del vigneto più antico che abbiamo in azienda vengono raccolte a mano nel mese di settembre, per poi essere pigiate, torchiate in modo da ottenere il mosto da avviare alla vinificazione. La fermentazione alcolica avviene spontaneamente ad opera di lieviti indigeni attraverso la preparazione di un “pied de cuve”, creato selezionando le uve più mature prima della loro raccolta.Dal 2018 il Trebbiano Fosso Cancelli viene vinificato e affinato parte in anfore di terracotta e parte in botti di rovere di Slavonia.

Attualmente non disponibile

La produzione è limitata. Richiedi la disponibilità in cantina.

ALTRE INFORMAZIONI

SCHEDA TECNICA

Denominazione: Trebbiano d’Abruzzo DOP

Zona di produzione: Loreto Aprutino – Pianella

Uvaggio: Trebbiano d’Abruzzo 100%

Terreno: Argilloso / Calcareo

Altitudine: 250 mt

Metodo di coltivazione: Agricoltura integrata

Sistema di allevamento: pergola abruzzese

Anno di impianto: 1960-1970

Produzione per ettaro: 120 ql/ha

Epoca di vendemmia: Settembre

Temperatura di servizio: 10° C

DIDASCALIA E GASTRONOMIA

Il bouquet è avvolgente, pulito, dai sentori agrumati, di fiori bianchi e erbe aromatiche evidenziano la sua freschezza ancora presente. Al palato conferma la sua indole: ottimo equilibrio e buona acidità. Bottiglie prodotte circa 2.500 numerate in etichetta

Virtù teramane, cipollotto ripieno al forno, polpette scottate con fave, cacigni e ferfellone, ravioli ripieni di ricotta di pecora conditi con porcini e scaglie di tartufo, selvaggina marinata al Trebbiano.

 

 

Slow Wine 2020 su Fosso Cancelli Trebbiano d’Abruzzo Doc 2015

“E’ di estrema finezza ed eleganza olfattiva, con note balsamiche e di frutta gialla, ed è sostenuto da un invidiabile freschezza e da un’ agilità di beva sorprendente.”

 

James Suckling on Fosso Cancelli Trebbiano 2015

“Lots of mango dessert, vanilla and dust to this trebbiano, but there’s a fresher line of guava peel, dried herbs and citrus, too. The palate is equally characterful, drawing ripe, textured layers of tropical fruit long, but also tense, thanks to a persistent line of mineral acidity. Very long and oily on the finish. Drink now. 94 point”